I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 11/12/2008

All'indirizzo http://leggedistabilita.diritto.it/docs/27030-violazione-della-prescrizione-del-bando-in-ordine-alla-indicazione-della-compagine-societaria-legittimo-l-annullamento-dell-aggiudicazione-ma-non-la-richiesta-di-escussione-della-cauzione-provvis

Autore: Lazzini Sonia

Violazione della prescrizione del bando in ordine alla indicazione della compagine societaria: legittimo l’annullamento dell’aggiudicazione ma non la richiesta di escussione della cauzione provvisoria in quanto attivata dopo perché l’incameramento sarebb

Violazione della prescrizione del bando in ordine alla indicazione della compagine societaria: legittimo l’annullamento dell’aggiudicazione ma non la richiesta di escussione della cauzione provvisoria in quanto attivata dopo perché l’incameramento sarebb

Pubblicato in coperture assicurative il 11/12/2008

Autore:

45556 Lazzini Sonia     Vai alla scheda dell'autore
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 di 8

Si può sostenere la tesi che la ambiguità della dizione del bando circa la composizione societaria a causa dell’aggiunta, tra parentesi, della indicazione dei titolari delle cariche sociali, potrebbe determinare un errore superabile con una integrazione postuma ? e’ legittima quindi l’esclusione per due ragioni: a) per aver omesso di dichiarare che nella propria compagine societaria vi era una società fiduciaria; b) per aver modificato in corso di gara la propria compagine societaria? Si può affermare che la decadenza della polizza fideiussoria implica, nel caso, anche l’ estinzione dell’obbligazione principale perché prestata a mezzo della suddetta polizza fideiussoria?sarebbe stato compito dell’amministrazione richiede la proroga della garanzia?
 
Poiché la ricorrente non ha indicato la composizione societaria tacendo sulla intestazione del 50% del capitale sociale a società fiduciaria, la tesi difensiva dell’ambiguità della lex specialis di gara non può essere condivisa. La dicitura “indicare i titolari di cariche e qualifiche” posta tra parentesi dopo la dicitura relativa alla indicazione “… la composizione societaria è la seguente…” non implica che la prescrizione è soddisfatta con la sola indicazione delle persone dei titolari delle cariche sociali, essendo tale indicazione ulteriore rispetto a quella relativa alla composizione della compagine societaria, trattandosi – come è notorio a qualunque operatore economico - di concetti diversi, l’uno relativo alla composizione della società e l’altro alle cariche sociali. L’una non poteva ritenersi specificazione dell’altra, sicché nessun equivoco poteva sorgere, tanto più che nel capitolato d’oneri si richiedeva chiaramente di fornire sia l’indicazione dei propri soci, sia l’indicazione dei titolari delle cariche sociali.  Va osservato che nel nostro ordinamento vige il principio di immodificabilità soggettiva dei partecipanti alle procedure di affidamento degli appalti pubblici espresso dall’art. 37, comma 9 del d. lgv. 163 del 2006. Si tratta di principio teso a garantire l’esigenza che le amministrazioni aggiudicatrici abbiano piena conoscenza dei soggetti che intendono contrarre con essa al fine di consentire compiuti controlli sulla idoneità morale, tecnico - organizzativa ed economico – finanziaria dei partecipanti.
Esigenza che verrebbe vanificata dalle modificazioni soggettive risulta fondata la violazione del limite temporale fissato dall’art. 75 del codice degli appalti: va infatti osservato che l’art. 75 del codice fissa in “almeno 180 giorni” la durata di validità della polizza fideiussoria costituita a garanzia della cauzione provvisoria e consente alla stazione appaltante di fissare un termine più ampio e di prorogarlo. Nel caso, il termine di validità della polizza fideiussoria fu stabilito nel bando di gara in 180 giorni, e tale termine non è mai stato prorogato, sicché la durata di validità della polizza è scaduta prima della determinazione della stazione appaltante di incamerare la cauzione, rendendo illegittimo l’incameramento_ Va rammentato, in merito al termine di validità della polizza fideiussoria, che il D.M. 12 marzo 2004, n. 123 pubblicato sulla G.U. n. 109 dell’11 maggio 2004, nel regolare le Condizioni Generali di Assicurazione previste nello Schema Tipo 1.1. per le polizze inerenti la normativa sui lavori pubblici, con l’art. 2, in tema di durata della polizza, stabilisce: “L’efficacia della garanzia, come riportato nella scheda tecnica, decorre a) dalla data di presentazione dell’offerta; b) ha validità di 180 giorni a partire dalla data su indicata; c) cessa automaticamente qualora il contraente non risulta aggiudicatario o secondo in graduatoria della gara, estinguendosi comunque ad ogni effetto trascorsi 30 giorni dall’aggiudicazione ad altra impresa; d) cessa automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto d’appalto da parte del contraente aggiudicatario dell’appalto”._Nel caso di specie, la polizza, datata 12 dicembre 2006, aveva cessato ogni validità alla data del 6 marzo 2008 allorché è stato disposto l’incameramento, sia per il decorso del termine di 180 giorni fissato nel bando, sia perché alla data del 12 marzo 2008, era decorso il termine di 30 giorni dall’aggiudicazione alla seconda graduata._ E’ il caso di precisare che le questioni poste dalla difesa dell’amministrazione sulla funzione della cauzione, che non sarebbe solo quella di garantire la serietà dell’offerta e quindi la funzione indennitaria in caso di mancata
[...]
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 di 8

Libro in evidenza Archivio

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO


Il presente Volume è il frutto delle lezioni tenute per i numerosi Studenti iscritti alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Telematica Pegaso e, più in generale, si rivolge non solo agli operatori del settore (fra cui gli aspiranti magistrati), ma anche agli...

30.00 € 27.00 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it

Libro in evidenza Archivio

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO


Il presente Volume è il frutto delle lezioni tenute per i numerosi Studenti iscritti alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Telematica Pegaso e, più in generale, si rivolge non solo agli operatori del settore (fra cui gli aspiranti magistrati), ma anche agli...

30.00 € 27.00 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it

Libri correlati

€ 48.00 -10%
€ 43.00 Compra
2015
Redazione Maggioli Editore
€ 25.00 -10%
€ 22.00 Compra
2015
Francesco Fradeani, Enrico Picozzi, Dario Martorano
Publimaggioli_txt
Per la pubblicità sui nostri Media:
publimaggioli@maggioli.it | www.publimaggioli.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Logo_maggioli